Pastiera napoletana (ricetta veloce)

Pubblicato da La Redazione il giorno 0 Comments

Per chi non ha tanto tempo ma non vuole rinunciare alla pastiera fatta in casa, un classico immancabile per le festività pasquali, ecco una ricetta sperimentata e apprezzata anche dai commensali più esigenti.

Cottura: 
Ingredienti caratterizzanti: 
Ingredienti: 
  • 7 uova
  • 400 g di zucchero
  • 600 g di ricotta
  • 580 g di grano cotto
  • 200 ml di latte
  • 20 g di burro (+ altro per imburrare)
  • 140 g di canditi (arancia oppure cedro e arancia)
  • 2 bustine di vanillina
  • 1 fialetta di fior d'arancio
  • 3 rotoli di pasta frolla
  • 2 limoni non trattati (con buccia edibile)
  • cannella in polvere
  • zucchero a velo
Attrezzatura: 

teglia per pastiera (un tipico recipiente di alluminio)
oppure una tortiera a bordi svasati, anche di quelle antiaderenti

Con le dosi indicate si preparano due o tre pastiere, a seconda della grandezza degli stampi.

Procedimento: 

Per prima cosa va preparata la crema di grano. Versare in un pentolino il grano cotto, il latte, il burro e la scorza grattugiata dei limoni (se sono molto grandi, basta la buccia di un limone e mezzo); lasciare cuocere per circa 10-15 minuti mescolando spesso finché diventi una crema. Lasciare raffreddare.
Frullare le uova con lo zucchero, aggiungere la ricotta, la bustina di vanillina, la fialetta di fiori d'arancio e un pizzico di cannella. Aggiungere i canditi e amalgamare infine con la crema di grano.
Imburrare una teglia adatta, distendere la pasta frolla, eventualmente ritagliando l'eccesso. Ricavare delle strisce larghe circa 15 mm dalla seconda confezione di pasta frolla, unita all'eventuale pasta in eccesso ritagliata. Bucherellare il fondo con una forchetta.
Versare il composto di ricotta nella teglia, livellatelo, ripiegare verso l'interno i bordi della pasta e decorare con le strisce formando una grata di caratteristici rombi. Ripetere questa operazione per ciascuna teglia.
Spennellare le strisce con un po' di latte, quindi informare e cuocere a 180° per circa un'ora e mezza.
Sfornare, spolverizzare di zucchero a velo e lasciare raffreddare nella teglia, poiché, una volta cotta,è fragile e friabile, e si conserva meglio nello stampo.
Inoltre, la pastiera, una volta cotta, deve riposare per permettere ai vari profumi di amalgamarsi meglio.
Preparatela almeno il giorno prima. Si conserva fuori dal frigo per i primi 2 giorni, coperta con un canovaccio pulito, poi conservatela in frigo per altri 2-3 giorni, sempre avvolta nel canovaccio.
Potete anche congelarla, una volta cotta: si conserva bene per due mesi.

usando 580 g di grano si fanno 3 pastiere di diverse dimensioni
Note: 

Versione riveduta e corretta nel 2018 e basata sul barattolo di grano cotto generalmente venduto, che pesa 580 g

Il ripieno è sufficiente per almeno due pastiere grandi (io ne ho fatte 3 di diverse dimensioni, vedi ultima foto)