Cartellate (dolce natalizio)


Le catellate sono un dolce natalizio tipico della Puglia. La preparazione è lunga e viene fatta in anticipo, molti giorni prima di Natale. Si conservano per diverse settimane in un recipiente chiuso o in una coppa protetta dalla pellicola.

Esistono numerose varianti soprattutto nel "condimento". Qui sarà riportata la versione barese della mia famiglia.

Cottura:
Ingredienti caratterizzanti:
Tipo di cucina:

Ingredienti

  • 500 g farina 00
  • 500 g di semola
  • 200 ml di olio evo tiepido
  • 200 ml di vino bianco secco

Olio per friggere

Vincotto di fichi

chiodi di garofano

Attrezzatura

rotellina dentata tagliapasta

Procedimento

Impastare la farina con l'olio e il vino, e lasciare riposare il panetto.

Stendere l'impasto in una sfoglia abbastanza sottile; è possibile usare la macchinetta usata per la pasta.
Con la rotellina, fare strisce larghe circa 3 cm e lunghe circa 30 cm.
Ripiegare le strisce nel senso della larghezza e pizzicarle per chiuderle in alcuni punti, circa ogni 4 cm.

Quindi arrotolare le strisce ripiegate a forma di chiocciola.

Lasciare seccare e girarle dopo 12 ore. Dopo un giorno  friggerle in olio di arachidi. Metterle in un piatto con carta assorbente in modo da eliminare l'olio in eccesso.

Quindi si passa alla seconda fase: il condimento. Alcuni le gradiscono anche solo spolverizzate di zucchero a velo, ma la versione tradizionale è con il vincotto.

Scaldare il vincotto in una padella. Quando è molto caldo immergere poche cartellate per volta e rigirarle un paio di volte aiutandosi con una forchetta. Metterle in una coppa. Aromatizzare con chiodi di garofano e lasciar riposare per qualche giorno prima di gustarle.